[ad#ad-1]

E’ sempre stato nella natura umana, e sempre sarà, scaricare le proprie responsabilità su fantomatiche entità divine, sul destino, il fato, oppure andare a cercare una verità non ufficiale, che non ci garba perchè è così semplice, considerato che amiamo i romanzi stile Dan Brown, gli intrighi internazionali e le soluzioni fantasiose e misteriose.

E’ il caso della Costa Concordia, la nave da crociera naufragata nei pressi dell’ Isola del Giglio, dopo aver urtato uno scoglio sul fondale che ha provocato uno squarcio di circa 30 metri nella chiglia causandone il rovesciamento su di un lato e il successivo incagliamento.
Stando alle notizie ufficiali, l’incidente, che ha causato 3 vittime e una cinquantina di feriti oltre ad un numero imprecisato di dispersi, sarebbe da attribuire ad un errore tecnico o addirittura ad un errore umano, ancora non si sa ma con ogni probabilità le indagini da parte delle autorità competenti aiuteranno a chiarire la dinamica di quello che io considero solo un incidente, per quanto grave possa essere.

Di tutt’ altro avviso sono i novelli Sherlock Holmes, complottisti, detective fai da te, che cominciano a spuntare in rete come funghi, ipotizzando le teorie piu’ disparate, dai sottomarini o sommergibili ai complotti politici di tutti i tipi.
Poi ci sono quelli che ipotizzano troppe coincidenze: non poteva mancare infatti il paragone con il Titanic, affondato la notte tra il 14 e il 15 Aprile 1912, circa 100 anni fa; e considerato che il 12 è ormai diventato un numero maledetto, riferito al 2012 e alla fine del mondo è facile giocare con i numeri e le presunte troppe coincidenze: 19122012 oppure due navi da Crociera quasi identiche, lo scoglio, l’iceberg o addirittura la stesso giorno il 14, anche se non è lo stesso mese. Quando però fai notare che il Concordia ha avuto l’incidente la sera prima alla 21 circa cosa ti senti rispondere? Che però era venerdì 13. Questi sono i miei preferiti!

Ai complottisti vorrei dire che le loro supposizioni sulle analogie tra il Titanic e il Concordia sono prive di fondamento; nessun complotto politico, niente Illuminati o minchiate di vario tipo. L’unica cosa che potrebbe accomunare i due eventi è l’errore tecnico, di valutazione o errore umano che sia. 100 anni fa non avevamo la tecnologia di adesso e il Titanic non riuscì ad evitare e quell’ iceberg vagante che si trovò nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Così come il Concordia, che con ogni probabilità navigava forse troppo vicino alla costa o comunque un evento imprevisto ne ha causato il naufragio.
Dite quello che volete, che le carte nautiche erano scadute , che al comandante hanno regalato la patente, che l’equipaggio è stato impreparato, tutto quello che volete, ma per piacere non raccontiamo fesserie su complotti, sacrifici umani o politiche economiche.

A quelli che invece giocano con la cabala vorrei ricordare che i numeri sono solo numeri e basta; se ti giochi il 39 al lotto e ti esce il 38 o il 40 è inutile che gridi al miracolo o alla sfortuna e che ci sei andato vicino perchè non è così. Fosse stato il 90 o l’ 1 non cambiava nulla, è il 39 che devi prendere e se lo prendi è un caso o una coincidenza.

Ma come si dice… quando le coincidenze sono piu’ di una c’è un complotto. Ma allora se voi  cabalisti o esoterici o complottisti che siate, vi giocate tutti questi bei numeri che sono venuti fuori (12,14,20,15,19,13) e fate un terno , una quaterna, una cinquina o anche solo un ambo, mica è una coincidenza o un caso: c’è stato un complotto e vi hanno fatto vincere!! Se poi ne prendete solo uno di questi numeri è stato un caso. Per fortuna!

[ad#ad-2]

Seguimi qui.

Daniel Parretta

Webmaster at MULTIMEDIA WEB SERVICE
Blogger, webmaster, webwriter, scrittore, artista polivalente,debunker e freelance. Mi considero innanzitutto una persona libera che esprime le proprie opinioni e idee senza preconcetti e condizionamenti. Mi occupo di tecnologia, internet e nuove comunicazioni, ma viaggio in continuazione dal mondo fisico e materiale a quello spirituale ed energetico puro, in perfetto equilibrio.
Seguimi qui.