RAGAZZO SPARATO

Il messaggio afferma che potete aiutare la madre di un ragazzo di 14 anni seriamente ferito a pagare un’operazione salvavita semplicemente condividendo il post in bacheca. Il messaggio afferma che il ragazzo coraggioso “è stato sparato” sei volte dal violento patrigno mentre cercava di difendere la sua sorellina di 2 anni (o di 6 anni) da una violenza sessuale. Secondo il messaggio, Facebook ha accettato di donare 45 centesimi per aiutare il ragazzino ogni volta che il post è condiviso in bacheca.

Questa versione (post rimosso da Facebook) è stata creata da questa schifosissima pagina spazzatura (pagina eliminata da Facebook)che ha aggiunto un’immagine di un bambino con gravi ferite alla testa in un letto di ospedale. Comunque l’immagine raffigura un bambino libanese di 7 anni ferito durante un bombardamento nel 2006 ed è stata rubacchiata da altre fonti. L’immagine è stata aggiunta al messaggio da questo sciacallo, (pagina eliminata da Facebook) apparentemente per dare alla bufala un impatto più grande e per soddisfare il suo morboso sadismo.

Le affermazioni di questo messaggio sono delle complete sciocchezze. Non è nient’altro che una lunga serie di bufale che affermano che aziende o associazioni donano in cambio di condivisioni, mi piace e inoltro messaggi. Ogni messaggio che afferma che un’azienda o un’associazione dona soldi per aiutare un bambino ferito o malato a seconda di quante volte il messaggio è inoltrato o condiviso è certamente una bufala. Nessuna azienda seria, incluso Facebook, parteciperebbe a questo sistema di donazione così insensibile e azzardato.

Non si trovano notizie credibili che riportano un caso come quello descritto nel messaggio. Inoltre, anche se l’evento descritto nel messaggio si basasse su un episodio reale, potete star certi che condividendo infinite volte il post non aiuterete a raccogliere un centesimo bucato per nessuna delle vittime. Questi sciacalli creano queste bufale perché sanno che molti utenti condividono in buona fede con l’errata convinzione che stanno davvero aiutando il bambino malato o ferito. Una volta lanciate, queste bufale tendono a circolare per anni. Nel 2010 circolava un messaggio simile come post da copiare e incollare in bacheca.

Mentre queste bufale hanno circolato per lo più via email, un numero sempre crescente sta adesso diffondendosi attraverso le reti sociali come Facebook. Se vedete questo post nella home di Facebook, per favore non incrementate la diffusione di queste sciocchezze condividendolo sulla vostra bacheca. Prendete anche un momento per informare chi lo ha pubblicato che il messaggio è una vergognosa bufala e pertanto NON deve essere assolutamente inoltrato.

Fonti: http://www.hoax-slayer.com/boy-shot-stepfather-text-message-hoax.shtml
http://attivissimo.blogspot.com/2011/11/antibufala-45-cent-se-inoltri-la-storia.html
Pagine spazzatura da segnalare che pubblicano la bufala:
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=562007227157800&set=a.199193166772543.52252.196562733702253&type=1
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=485267701536477&set=a.267896986606884.65599.210328349030415&type=1
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=677720538908230&set=a.190422884304667.55330.142641512416138&type=1
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=640565762636912&set=a.166396513387175.48881.166395246720635&type=1