Immagine

Avete immaginato una cabina di aereo stile Pasquetta? Con cani che si rotolano sulla moquette e giocano a tira – molla con una corda?

Nah.

E non c’è da credere al titolo nemmeno quando ci casca La Repubblica, poiché il testo dell’articolo è di tutt’altro avviso:

Immagine2

Infatti l’articolo recita più in là “la rivoluzione non riguarda ovviamente quelli di grossa taglia, che però si potranno spostare assistiti da personale addetto alla loro sicurezza”

Niente di diverso da ciò che fa buona parte delle compagnie, quindi (infatti l’articolo è praticamente un elenco di regole in merito agli animali domestici sugli aerei, nelle diverse compagnie). Animali di piccola taglia in cabina nel trasportino e gli altri in stiva pressurizzata, sempre all’interno di un trasportino. Tra l’altro la compagnia Delta intende usare per questa necessità il servizio Delta Cargo, già attrezzato da tempo alla spedizione di animali vivi.

Nello specifico l’articolo recita:

“La compagnia aerea americana Delta ha deciso che, dal mese di marzo, non trasporterà più cani in stiva ma li farà viaggiare direttamente in cabina insieme ai loro padroni.”

Questo è falso, perché si possono trasportare in cabina assieme ai loro padroni solo a determinate condizioni. Infatti, chi non soddisfa queste condizioni dovrà viaggiare come cargo. Nel sito della Delta viene riportata questa prima specifica che dimostra quanto Repubblica abbia sbagliato:

“Il tuo animale domestico deve essere abbastanza piccolo da entrare confortevolmente in una cuccia senza essere a contatto con le pareti o senza sporgere da esse e deve essere in grado di muoversi all’interno.”

Non solo, il secondo punto è molto chiaro:

“La cuccia deve entrare sotto il sedile direttamente davanti a te.”

Si parla di animali di piccole dimensioni e, come ultimo punto che ti segnalo riportato nelle restrizioni della Delta, l’età:

“L’animale domestico deve avere almeno 10 settimane di età sia per i voli nazionali che per quelli internazionali.”

Si parla di cuccioli, piccola taglia, mentre per il resto degli animali viaggiano come in precedenza e non in cabina.

Scrivere quindi “ha deciso che non trasporterà più cani in stiva ma li farà viaggiare direttamente in cabina insieme ai loro padroni” è sbagliato. I cani in stiva ci vanno eccome, se di media – grossa taglia.

 

FONTI:

(data ultima consultazione 7 Aprile 2016)