La teoria del complotto e delle scie chimiche, che secondo molti sarebbero scie di irrorazione create appositamente per avvelenare la popolazione mondiale oppure per danneggiare le coltivazioni, è una di quelle bufale su Internet che più di tutte ha creato terrorismo psicologico oltre ad essere una di quelle più longeve.

Questo fenomeno di disinformazione fondamentalmente è alimentato dalle migliaia e migliaia di foto, immagini, spesso ritoccate e manipolate, di semplici aerei di linea o comunque, in alcuni casi, aerei militari in corso di addestramento.

Una prova inconfutabile di come i complottisti si “divertono” a giocare con Photoshop, è la foto qui di seguito, un palese fotoritocco a metà tra manifesto propagandistico e immagine de reportage.

Scie-chimiche-aereo

Come ogni teoria complottista o bufala che si rispetti, anche la teoria delle scie chimiche si basa su alcune realtà. È il caso ad esempio degli esperimenti climatici, intrapresi da alcuni Governi e Stati, atti a favorire le precipitazioni in alcune zone aride oppure evitare le precipitazioni in occasione di alcuni eventi importanti.

Queste sperimentazioni, contrariamente a quanto affermano i sostenitori della teoria del complotto, sono effettuati secondo alcune modalità ben precise e seguendo parametri che prevedono tempi e modi, piuttosto che l’ irrorazione sistematica dei cieli per cambiare il clima come sostengono i complottisti. C’è da aggiungere inoltre che molti governi hanno abbandonato tali  sperimentazioni per vari motivi tra i quali gli scarsi risultati a fronte dell’investimento economico.

Secondo alcuni complottisti, molti degli aerei di linea sarebbero equipaggiati con sostanze chimiche  che verrebbero irrorate per indurre malattie e altre patologie con lo scopo di ridurre la popolazione mondiale o favorire le case farmaceutiche, una teoria inverosimile a metà tra fantasia e fantascienza apocalittica.

Altri teorici della cospirazione affermano che le scie chimiche contengono elementi come sostanze particolari o metalli  conduttivi che hanno lo scopo di un controllo mentale di massa tramite una rete di comunicazione volatile.

È certamente vero come allo stesso tempo ovvio che i motori degli aerei di linea così come i motori aerei privati o militari rilascino oltre al vapore acqueo anche elementi inquinanti, cosa certamente nota a tutti così com’è noto e di certo non nascosto da nessuno l’inquinamento ambientale dovuto ai gas di scarico degli automezzi.

La teoria del complotto delle scie chimiche non ha nessuna base di fondamento in quanto non esistono prove, testimoni, documenti  o elementi  che ne attestino la veridicità, oltre ad essere assolutamente inverosimile e per certi versi ridicola.

Come potrebbe essere mai possibile che esista un complotto mondiale ordito per diminuire la popolazione, controllarla, senza che questi presunti illuminati, potenti eccetera eccetera siano danneggiati loro stessi? A che scopo? E se esiste questo complotto da anni, con questi pseudo indagatori, come mai non sono stati scoperti i responsabili e non ci sono prove a riguardo? Semplicemente perchè non esiste.

La verità è che la stragrande maggioranza dei complottisti e sostenitori della teoria delle scie chimiche hanno sempre avuto una paura di fondo del progresso tecnologico e industriale, non accettando spesso cambiamenti continui di questa era moderna.

Ma in sostanza perché la teoria del complotto delle scie chimiche è una bufala?

Oltre quanto accennato prima, tale teoria si basa su congetture e illusioni che cozzano prepotentemente contro  le leggi della fisica e della scienza meteorologica. A sostegno di questa teoria infatti vengono spesso presi in considerazione alcune scie di condensa rilasciate dagli aerei di linea che persistono più a lungo nell’atmosfera.

Secondo gli sciachimisti questa sarebbe la prova di quanto affermano, quando in realtà ciò è semplicemente un fenomeno atmosferico; in base all’altitudine, ai venti, alla temperatura, alla stagione climatica, le scie di condensa si comportano in modo differente.

C’è poi da aggiungere che esistono tre tipologie di scie rilasciate dagli aerei come riportato da Wikipedia

Altri elementi che vengono presi in considerazione per sostenere la tesi dell’irrorazione o qualsivoglia “aerosol” come viene definito, sono le innumerevoli fotografie scattate spesso in prossimità di aeroporti, centro di addestramento militari eccetera, che vengono utilizzate o comunque prese per quelle che non sono. Molte di queste foto inoltre, come precedentemente accennato, sono manipolate e ritoccate.

Il sensazionalismo, la curiosità che suscitano queste immagini postate sui social network condite con titoli allarmistici e fuorvianti, è uno dei pilastri che ha portato la bufala delle scie chimiche ad essere così diffusa.

Gli stessi sciachimisti sono spesso sostenitori della teoria del complotto dell’11 settembre secondo la quale ci sarebbe stata una pianificazione occulta da parte del governo degli Stati Uniti, lo stesso governo responsabile di questa cospirazione.

Personalmente conosco alcuni sostenitori della teoria sciachimista ed è curioso come molte delle loro affermazioni siano prive di logica: dare la colpa ad esempio a  presunte scie  per un albero  o una pianta infruttuosa quando questa è stata abbandonata a se stessa senza esser stata coltivata adeguatamente.

E rimanendo in ambito vegetale, un altro elemento che smonta categoricamente la teoria dell’avvelenamento sistematico, è proprio la presenza di piante e alberi che, quali organismi ben più delicati del corpo umano, godono di ottima salute, tranne che in casi riconducibili ad altri fattori ambientali.

E ancora, gli stessi sostenitori della teoria del complotto affermano che le scie chimiche provocano tumori ed altre malattie; è un dato di fatto che l’inquinamento atmosferico e una delle principali cause di alcune patologie, quali asma, cancro  o malattie polmonari. Tuttavia ipotizzare che queste malattie vengono indotte volutamente è pura follia.

Negli ultimi anni nel Web sono spuntati come funghi siti, portali dedicati alle scie chimiche; molti di questi siti divulgano notizie pseudoscientifiche con lo scopo di avvalorare la tesi del complotto e la caratteristiche di molti di questi  è avere una sezione dedicata alla vendita di libri, gadget e altri oggetti di merchandising con lo scopo di monetizzare facendo leva su credenze e sull’ignoranza di molte persone.

Esistono addirittura  mappe interattive delle presunte scie chimiche create dai complottisti su Google Maps che vengono aggiornate grazie all’invio di foto da parte di utenti che credono di aver immortalato un complotto.

Per avere un’idea concreta di quello che sono in realtà le cosiddette scie chimiche e soprattutto avere una panoramica di quello che è il semplice traffico aereo mondiale, è possibile visitare il sito www.flightradar24.com, che offre un servizio in tempo reale dove possibile vedere e “verificare” quelli che sono in realtà semplici voli di linea.

coverage.jpg

Il sito offre un’ampia panoramica dettagliata di tutti gli aeroporti mondiali insieme a tutti i voli con partenza destinazione e dall’immenso traffico che si può vedere si può tranquillamente constatare e affermare che molte se non tutte delle foto reperibili in rete che affermano e sostengono la teoria del complotto non sono altro che scatti di semplice seppur intensissimo traffico aereo.

Per altri approfondimenti sull’argomento vi invito a visitare i seguenti link:

https://bufaleedintorni.wordpress.com/2016/04/03/daniele-penna-e-le-scie-chimiche-video-debunking/

https://bufaleedintorni.wordpress.com/2014/05/15/bufala-aereo-spruzza-le-scie-chimiche-nellambiente/

https://bufaleedintorni.wordpress.com/2013/11/28/bufala-aereo-attrezzato-con-serbatoi-per-creare-scie-chimiche/

Seguimi qui.

Daniel Parretta

Webmaster at MULTIMEDIA WEB SERVICE
Blogger, webmaster, webwriter, scrittore, artista polivalente,debunker e freelance. Mi considero innanzitutto una persona libera che esprime le proprie opinioni e idee senza preconcetti e condizionamenti. Mi occupo di tecnologia, internet e nuove comunicazioni, ma viaggio in continuazione dal mondo fisico e materiale a quello spirituale ed energetico puro, in perfetto equilibrio.
Seguimi qui.