Comincia con questo primo post una serie di articoli dettagliati dedicati al debunking su tutte le principali teorie bizzarre e bufale che oramai girano da anni sul web. Lo scopo di questa “rubrica” è di smontare tali teorie e falsità prive di qualunque fondamento, fornendo le informazioni necessarie affinchè il lettore possa valutare ogni singolo caso e trarne le sue logiche conclusioni. Gli articoli avranno una cadenza settimanale con uscita ogni Lunedì e verranno presi in esame diversi casi, mettendo in luce le lacune, incongruenze e irrazionalità di queste teorie che di solito hanno sfumature complottistiche.

La teoria della terra Piatta

Già nei tempi antichi i greci credevano che la terra fosse piatta e questo accadeva nell’era arcaica, quando ancora non si possedevano le conoscenze e gli strumenti necessari per studiare l’universo, i copri celesti e il moto terrestre. C’è chi afferma che fu Pitagora ad intuire per primo che la terra era sferica, anche se alcuni sostengono che molti pitagorici erano terrapiattisti. Più recentemente, e precisamente nel 1885 circa, William Carpenter pubblicò il suo libro “Le 100 prove che la Terra non è sferica“, volume che sicuramente ha ispirato molte persone fino ai giorni nostri, creando quel falso mito cospirazionista che la Terra è piatta.

Il filone infatti arriva fino a noi con la costituzione nel 1956 da parte di Samuel Shenton, della Flat Earth Society, una sorta di organizzazione che aveva lo scopo di confutare le teorie ma soprattutto le evidenti prove scientifiche e documentabili della sfericità della Terra. Non a caso la Flat Earth Society ha da sempre considerato la documentazione  della NASA inattendibile e priva di fondamento, sostenendo che le immagini dallo spazio siano false e manipolate, così come lo sbarco sulla Luna sia tutta una messa in scena cinematografica.

Nel corso del tempo quindi, si sono avvicendati pseudo-studi, personaggi , tante altre persone e “seguaci” di questa teoria, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’avvento di Internet e il proliferare di teorie del complotto spesso proprio correlate tra di loro, come appunto la terra piatta e lo sbarco sulla luna, ma è ovvio che spesso la fantasia dei sostenitori di tali teorie, va ben oltre 2 presunti casi di cospirazione, arrivando spesso a correlare diverse teorie tutte insieme.

E’ un dato di fatto che i social network come Facebook ne  hanno alimentato la diffusione  in particolare con la creazione di gruppi, spesso chiusi o “segreti” dove spesso si discute di queste tematiche con immagini e altro materiale reperito online. C’è da dire però che spesso molte di queste comunità non sono da prendere sul serio, in quanto sono create da semplici burloni, in gergo web “troll”, che si divertono a postare online questa tipologia di contenuti, con lo scopo a volte di prendere in giro gli stessi cospirazionisti.
Non è il caso certamente di gruppi come La società della Terra Piatta che conta oltre 2100 iscritti o di molti altri canali su Youtube che “fanno sul serio” esponendo le loro teorie e “prove” a sostegno di quella che per loro non è solo una semplice ipotesi, ma una certezza.

 

Ne è convinto, forse,  anche Eric Dubay, che nel 2014 ha pubblicato il libro “The Flat Earth Conspiracy” nel quale vengono elencate oltre 200 “prove” a sostegno di questa teoria. Dico forse perchè a quanto pare, come molti altri cospirazionisti del resto, tutto ciò potrebbe essere soltanto un operazione di marketing per vendere gadget, libri e molte altre cose, una prassi comune in questi casi.
Ma vediamo nel dettaglio alcune delle presunte prove di questa teoria e il perchè sono assolutamente infondate e spesso ridicole.

Prove assurde sulla terra piatta

Orizzonte piatto

Una delle prove a sostegno di questa fantomatica idea di terra piatta, è il fatto che l’orizzonte visualizzato segua una perfetta linea retta priva di qualsiasi curvatura, anche salendo ad altissime quote. Secondo i sostenitori infatti, arrivati almeno ad una determinata altezza, si dovrebbe vedere la curvatura della terra, cosa che non accade. Purtroppo per loro, non vengono considerate due cose fondamentali.
In primo luogo il diametro di oltre 12000 km della terra, il che rende praticamente impossibile percepire la sfericità di essa anche ad altissime quote come quelle degli aerei, figuriamoci a basse quote, dove  si pretende di percepire tutto ciò ad occhio nudo.
In secondo luogo, il fatto che ad altissime quote non si percepisce la curvatura del globo terrestre è dovuto anche e semplicemente alle condizioni dell’atmosfera che a quelle altitudini è molto rarefatta, per non parlare poi delle condizioni climatiche e meteoreologiche: è un dato di fatto ad esempio che nelle giornate limpidissime riusciamo a scorgere elementi all’orizzonte distanti chilometri, che in giornate di foschia non riusciamo a vedere e il limite massimo è appunto la curvatura della terra.
Lo stesso concetto è applicabile in alta quota con la differenza che se ci spingiamo oltre l’atmosfera, superando i diversi strati, si comincia a vedere tranquillamente la curvatura della terra.

Alcuni ragazzi di Firenze si sono divertiti a lanciare un pallone aereostatico dotato di videocamera, in una sorta di esperimento scientifico didattico; il pallone ha raggiunto la ragguardevole quota di 32 km di altezza, superiore quindi a quella dei normali voli di linea. Il video realizzato di seguito qui in basso, oltre ad essere spettacolare e bellissimo, parla da solo.

Parliamo quindi di un rapporto di 32  su 12.742 km, una goccia d’acqua in mezzo ad un oceano, ma che già dimostra quanto questa supposizione sull‘orizzonte piatto sia assurda.

Nei prossimi articoli vedremo insieme le altre presunte prove a sostegno di questa tesi.

 

 

 

Seguimi qui.

Daniel Parretta

Webmaster at MULTIMEDIA WEB SERVICE
Blogger, webmaster, webwriter, scrittore, artista polivalente,debunker e freelance. Mi considero innanzitutto una persona libera che esprime le proprie opinioni e idee senza preconcetti e condizionamenti. Mi occupo di tecnologia, internet e nuove comunicazioni, ma viaggio in continuazione dal mondo fisico e materiale a quello spirituale ed energetico puro, in perfetto equilibrio.
Seguimi qui.