Circola da diversi giorni questo messaggio che invita tutti a dare fuoco alla bandiera Europea. Gesto inutile, pericoloso e improbabile. Vediamo perchè.

Partiamo dal fatto che NON si può bruciare una bandiera ufficiale in quanto sono realizzate con materiali IGNIFUGHI. Questo in base alle Regole Comunitarie sui materiali infiammabili.
Già “famoso” nel 2019 , il tentativo di un sovranista incappucciato, che dopo aver lanciato il suo messaggio ,cerca di dare fuoco alla bandiera Europea, senza riuscirci ovviamente:

Da non dimenticare che :” chiunque, nel territorio dello Stato, vilipende, con espressioni ingiuriose, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, la bandiera ufficiale o un altro emblema di uno Stato estero, usati in conformità del diritto interno dello Stato italiano…”sta commettendo un reato penale, in conformità con quanto descritto dall’articolo 299 c.p.p.
Nel territorio italiano tale articolo, è applicabile anche nei casi di bandiera Europea e ONU .
A livello giuridico esistono già precedenti, come nel 2013 quando Simone Di Stefano fu condannato a tre mesi di reclusione e 100 euro di multa per aver cercato di sostituire la bandiera dell’Unione europea con il tricolore.
Le sanzioni sono (art 299c.p.p.): «Chiunque nel territorio dello Stato vilipende, con espressioni ingiuriose, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, la bandiera ufficiale o un altro emblema di uno Stato estero, usati in conformità del diritto interno dello Stato italiano, è punito con l’ammenda da euro 100 a euro 1.000.»

Far circolare questo messaggio potrebbe far cadere anche nel reato di istigazione a delinquere, in base a quanto descritto nell’articolo 414 c.p.p..

Riteniamo che, a prescindere dalle proprie convinzioni, manifestare il proprio dissenso commettendo reati penali, non sia assolutamente il modo corretto. Le idee vanno difese e diffuse nella totale legalità, o vengono meno tutti gli ideali.

Grazie a tutti\e per le pronte segnalazioni.