Ricerca "ermes maiolica"

La Volkswagen e le trollate di Ermes Maiolica.

ermes

Ermes Maiolica colpisce ancora.
Questa volta senza danno ma con molto clamore.
Il post in questione è una presa in giro di dimensioni colossali, burla innocua che sta avendo un “successo” inatteso, sopratutto se si pensa che il sistema usato è datato e sbufalato piu’ volte, un esempio.
Naturalmente il post di Ermes NON nasconde truffe o pericoli. Ma qualcuno sta lanciando un allarme truffa in merito. Probabilmente non conoscendo chi sia Ermes.

Quindi state tranquilli, potete tranquillamente partecipare anche voi alla sua iniziativa, come troll o come utonti. A voi la scelta hehehehe.

AGGIORNAMENTO: verso le ore 14:00 (2 novembre 2015) Facebook ha eliminato la pagina.

 

La satira di Ermes Maiolica

Parliamo adesso di un personaggio che, con la sua furbesca satira, ha mostrato quanti creduloni popolano l’Italia e, in particolar modo, il social network più famoso.

Attraverso le sue pagine Facebook Informazione.it e Ermex ha creato una vera e propria raccolta di frasi discutibili attribuite a politici e personaggi famosi, ma che non hanno mai effettivamente pronunciato. Altri post, che vedono lui come protagonista principale o secondario, hanno suscitato moltissima indignazione, nonostante una persona, con un briciolo di senso critico, poteva facilmente intuire la natura goliardica dei post.

Il personaggio che descriviamo in questo articolo si chiama “Ermes Maiolica”, che (altro…)

 

Ermes colpisce ancora

ermes

Ancora una volta Ermes Maiolica torna a far parlare di sé. Nel suo ultimo articolo satirico, facilmente riconoscibile come bufala, pubblicato su informazione.it e successivamente riportata da www.ultimora24.it.

Ci troviamo questa volta faccia a faccia con Erminio Mussolini, un ipotetico pronipote non riconosciuto del più famoso Benito.

Riconoscere la bufala in questo caso è piuttosto semplice. Per chi conosce Ermes basta uno sguardo veloce alla foto dell’articolo per rendersi conto che ci si ritrova a guardare l’ormai noto viso dello stesso Ermes, viso tra l’altro già utilizzato largamente nelle sue satire.

Per chi invece avesse poca familiarità con la persona, basta leggere (senza neppure troppa attenzione, oserei dire) alcune parti dell’articolo, per rendersi conto di quanto poco sia da prendere seriamente “l’intervista ad Erminio”:

 

“Erminio continua: “mio nonno Mussolini conobbe Adolf Hitler in un esclusivo circolo per gay latenti, dal loro rapporto nacque l’ossessione di quest’ultimo a fondare il partito nazista ispirandosi alle idee di Benito e ai loro giochi proibiti con pigiami a righe e farting (costrizione ad annusare le fuoriuscite gassose dal deretano del partner, al limite dell’asfissia) e ciò va di pari passo con le già note perversioni e psicosi di Hitler, riguardo la coprofagia, il pissing e ovviamente l’alimentazione vegana”.

Infine Erminio si lascia andare sul alcune considerazioni (essendo lui stesso un membro attivo di associazioni gay friendly) riguardo aspetti inediti di Mussolini:

“Bisnonno Benito era molto dolce, un appassionato di cucina e adorava ricevere fiori, in particolare i garofani rossi. In gioventù gli fu spezzato il cuore da un giovane uomo membro delle forze armate (forse Badoglio) e la sua entrata in politica fu un gesto disperato per esorcizzare il dolore. Ribadisco: posso provare tutto e forniro’ le lettere alla testata giornalistica che mi farà la migliore offerta”.

Se lo dice Erminio…”

Per ulteriori informazioni sul nostro Ermes, vi rimandiamo a questo nostro articolo.