Categoria: Altre bufale – Curiosità

BUFALA – Hotel Rigopiano: dopo la slavina un angelo appare nel cielo.

Il Giornale Italiano colpisce ancora, e senza scrupoli. Si tratta di un sito dove trovate veramente di tutto, sono un miscuglio di notizie assurde. In questo caso hanno sfruttato senza vergogna la tragedia che riguarda l’Hotel Rigopiano, rimasto sepolto da una slavina il 18 gennaio.
La foto da loro pubblicata è accompagnata da un testo mistico religioso e battezzano l’immagine chiamandola”l’angelo della speranza”.
Peccato che la foto sia in circolazione da diversi anni. La possiamo trovare a questo link già in data 13 marzo 2013. Scatto effettuato in Florida poche ore dopo l’elezione di Papa francesco.

Nel Disclaimer di Il Giornale Italiano leggiamo la solita ammissione da parte degli autori stessi, di essere un sito satirico.Anche se di “divertente” a sfruttare una tragedia non ci trovo proprio nulla:

Su Facebook ho letto insulti pesanti, ben oltre la legalità, nei confronti di tutti quelli che hanno fatto notare che si tratta di una bufala e che forse non è il caso di farsi strada sfruttando il dolore altrui.

Ovviamente tutto questo solo ed esclusivamente per le visualizzazioni e, di conseguenza, la monetizzazione dei siti.

 

BUFALA – Donna di 300 Kg partorisce bambino di 40 Kg.

senza-titolo-2

Questa bufala è stata pubblicata da Il Patriota, un sito che per stessa ammissione degli autori, pubblica anche “notizie inventate o a scopo satirico..” , di seguito screen del loro disclaimer:
senza-titolo-2

Per quanto riguarda la foto, è reale, ma non raffigura un neonato di 40 Kg ma di 8 Kg. La nascita è stata registrata in Brasile nel 2005 .
Il record di peso per un neonato, stando a quanto riportato dal The Guinness Book of World Records, appartiene a Anna Bates , donna canadese, che nel lontano 1879 ,ha dato alla luce un bambino del peso di 10,8 Kg.

Altri siti, dichiaratamente satirici, hanno parlato di record in Italia, con pesi di circa 9 Kg, ma essendo siti satirici….

Grazie a madame Giulia P. per la segnalazione.