Categoria: Bufale alimentari.

DISINFORMAZIONE Curarsi con lo zafferano miglior rimedio contro l'insonnia

Il sito Il Populista, nato da poco, ci propina già meravigliosi spunti di riflessione. Lo zafferano sarebbe quindi un potente medicinale per LAQUALUNQUE cosa ti venga in mente. A quale dosaggio? Così cosà, un pochetto.

E ci risiamo con i rimedi settecenteschi! Che mi direte “cos’hai contro il Settecento”? Nulla, è stato un periodo fiorente per la cultura, c’è stato l’Illuminismo, e poi Voltaire, Montesquieu, Diderot, Rousseau, Mary Wollstonecraft… tutta gente che amo profondamente, e poi la Rivoluzione Industriale, e la Rivoluzione Francese! Però la medicina era messa ancora un po’ malaccio, si credeva alla melancolìa, in brevi tempi sarebbe nata l’isterìa contestualmente alla nascita del concetto di “pazzia” come problema da curare e contenere.

Partiamo dall’insonnia: MIGLIOR RIMEDIO? Ma non si sa mica: è in studio. Entrate in qualunque Erboristeria a chiedere un rimedio per l’insonnia e (altro…)

 

BUFALA-Latte di soia: questo briccone

2
La farò breve, in quanto è facile demonizzare qualsiasi alimento soprattutto dopo averlo osannato al punto di abusarne.
Riguardo le otto ragioni per evitare il latte di soia, posso passarvene una sola: la soia, consumata in quantità anche medie, aggrava problemi tiroidei preesistenti in quanto può interferire con l’assorbimento della levotiroxina (il farmaco che viene assunto per integrare la carenza di ormone tiroideo in chi ha una funzionalità tiroidea ridotta).
Anche in questo caso, però, è sufficiente assumerla a distanza di almeno quattro ore dal farmaco, per minimizzare eventuali rischi. Ove invece non sia necessaria la terapia sostitutiva, questo alimento può essere consumato normalmente a patto di integrare la dieta con la giusta quantità di iodio. La stessa precauzione dovrebbe valere anche per altri alimenti che invece non vengono “demonizzati”e che contengono molte fibre (legumi, frutta e verdura).

Vediamo le altre sette: (altro…)