Tag: referendum

BUFALA – Barbara D'Urso: se vince il NO smetto di fare TV.

barbara

Dopo la “resa” di Gigi D’Alessio, da noi sbufalata, e della Boldrini, anche questa sbufalata, adesso è il turno di Barbara D’Urso.

Ovviamente non ha mai affermato di abbandonare il mondo della televisione in caso di vincita del NO al referendum del 4 dicembre.
La “notizia” è partita da Libero Giornale.
barbara2

Vi ricordiamo che Libero Giornale è un sito dichiaratamente satirico, e che lo trovate inserito nella nostra Black List.
senza-titolo-2

Riportiamo di seguito la foto originale utilizzata per creare questa bufala:

senza-titolo-2

Foto che risale a settembre 2014 dove, diversi personaggi famosi, posavano con l’hashtag
#262acasa , in favore dei dipendenti di Accenture Palermo.

 

 

BUFALA – Boldrini schifata, lascia la politica.

senza-titolo-1

Discutiamo la bufala, NON di politica.
In occasione della chiusura del referendum, che già ci ha regalato tante perle bufalatorie, esce anche questa “notiziona”, secondo la quale la Boldrini sarebbe schifata dal risultato ottenuto da queste votazioni e, di conseguenza, abbandona la politica.
L’articolo parte da Libero Giornale , sito per loro stessa ammissione satirico!

Di seguito screen del loro disclaimer:
senza-titolo-2
Vi ricordiamo che il Libero Giornale è presente nella nostra Black List, nella sezione Siti Satirici.

Grazie a tutti\e.

 

Piero Pelù e la disinformazione sulle matite per il voto al referendum.

piero-pelu

Piero Pelù ha pubblicato sul suo profilo Facebook l’istantanea della sua denuncia alle autorità riguardante la presunta cancellabilità dei segni delle matite utilizzate nel seggio dove è andato a votare.

A quanto pare il cantante dei Litfiba, non si è mai informato sulle modalità e gli strumenti di voto che vengono utilizzati sia nei referendum, sia nelle elezioni locali e regionali e sia nelle elezioni politiche nazionali.

In primo luogo, come si può constatare facilmente, le matite utilizzate sono completamente diverse, in quanto contengono dei pigmenti che rimangono comunque impressi sulla carta, anch’essa di tipologia diversa da quella comune, utilizzata dallo stesso Pelù per fare il suo “test”, anche nel caso che qualcuno si (altro…)

 

BUFALA- 35 arresti – Trovate milioni di schede elettorali gia' votate.

senza-titolo-3

Dopo le già note bufale su questo referendum , 500.000 schede segnate si e Referendum -vota con una biro , oggi troviamo questa fesseria secondo la quale ci sarebbero stati 35 arresti e il rinvenimento di milioni di schede elettorali già votate SI che andrebbero a sostituire , in fase di scrutinio , quelle con voto NO.
Assolutamente BUFALA. Da una rapida ricerca NON emerge nulla di tutto questo.
L’articolo è stato pubblicato su un sito di satira,NON vogliamo discutere sulla “qualità” di questa satira.
Il sito stesso , in fondo riporta questa dicitura: Satira e Finzione sono la nostra Missione.
Di seguito lo screen :
senza-titolo-4

Si tratta di Libero Giornale, già presente nella nostra Black List , nella sezione Satira.

 

BUFALA- Referendum:vota con una biro.

senza-titolo-2

In occasione dei referendum torna sempre questo “consiglio” alla ribalta.
Più che un consiglio è una autentica FESSERIA!
Il post incriminato vi invita a utilizzare una biro per esprimere il vostro voto, da utilizzare al posto della matita copiativa che trovate nei seggi. La motivazione sarebbe che il voto espresso con la matita potrebbe essere cancellato. BUFALA! Infatti la matita COPIATIVA lascia dei chiari segni indelebili e visibili anche se cancellata, in quanto si può rimuovere solo per abrasione.

In Italia, l’uso della matita copiativa nei seggi elettorali, è obbligatorio dal 1946. Tali matite sono di proprietà dello Stato e non possono essere portate via.
Ovviamente, seguire il consiglio del post\bufala, puo’ portare all’annullamento del proprio voto.

AGGIORNAMENTO – (40\12\2016)
Inseriamo il link alle REGOLE\LEGGI che stabiliscono le modalità di voto e scrutinio. Di seguito un passaggio molto esaustivo e chiarificatore :

Il voto espresso con mezzo diverso dalla matita copiativa fornita dall’Ufficio elettorale (nella specie, penna a sfera) può costituire idoneo mezzo di identificazione dell’elettore, ed è pertanto nullo. (Adunanza Plenaria, n. 28 del 29 novembre 1979; Sez. V, n. 457, del 16 ottobre 1981; Sez. V, n. 39, del 18 marzo 1985).