account duplicati

Queste attività fraudolente sono davvero presenti su Facebook. Comunque non è certamente niente di nuovo. Creare falsi profili di Facebook usando immagini rubate ed altre informazioni è un’attività generalmente nota come clonazione ed è in atto da diversi anni. Individui senza scrupoli possono clonare il profilo di una persona e successivamente usare il profilo clonato per mandare richieste di amicizia. Il profilo clonato può conseguentemente essere usato per mandare messaggi spam e tentativi di truffa. Potrebbero essere usati anche per ottenere informazioni personali dagli amici delle persone i cui account sono stati clonati per eventuali furti d’identità.
Perciò, la clonazione è certamente qualcosa di cui gli utenti di Facebook dovrebbero essere consapevoli. Comunque questo messaggio mozzafiato spiega in un modo alquanto scarso la potenziale minaccia. Il messaggio suggerisce che i truffatori non fanno nient’altro che rubare una foto per creare un profilo falso. Comunque, una persona che cerca di clonare un profilo con successo ruberà preferibilmente molte più informazioni dalla vittima designata che solo la foto del profilo. Infatti, più informazioni sono disponibili per essere rubate e più credibile sarà il profilo clonato. I preoccupati utenti di Facebook dovrebbero assicurarsi che le impostazioni di privacy siano ottimali per non consentire l’accesso alle informazioni personali da parte di estranei.
Soprattutto, se la lista di amici non è visibile ad estranei, il “cretino”, che crea il profilo uguale al vostro, non potrà andare avanti perché non vede nessun profilo al quale chiedere amicizia, facendosi passare per voi. Un’altra accortezza è certamente impostare la lista di amici non visibile al tutti.
Quindi, il fatto che clonare i profili sia qualcosa di nuovo e che sia da poco un’attività corrente su Facebook è inaccurato e fuorviante. Come è stato detto le clonazioni di profili sono attive su Internet da moltissimo tempo.
Far girare questo messaggio (post rimosso da Facebook) è sconsigliabile.
Fonte: http://www.hoax-slayer.com/facebook-pirates-warning.shtml