Ci occupiamo di questo post in particolare perché è diventato molto virale in questi anni e non ha mai smesso (post rimosso da Facebook)di circolare. L’appello chiede di condividere il post se si è contro il maltrattamento infantile.
La foto è autentica, ma NON raffigura un caso di maltrattamento infantile. Infatti, Katie Ann Guttridge, la bambina nella foto, è stata picchiata da un’altra bambina in un asilo di Leicester (Regno Unito) nel dicembre 2011. L’articolo del Daily Mail spiega questo episodio.
La foto di Katie è stata probabilmente rubacchiata dall’articolo del Daily Mail o da un’altra fonte di internet e riusata in questo completamente inutile messaggio di protesta senza il permesso della famiglia. È simile alle orrende bufale di bambini in stato di disagio che stanno inondando Facebook che usano una foto rubacchiata di un bambino malato o ferito e deliberatamente mentono sulle condizioni del bambino raffigurato. In questo caso i genitori della bambina raffigurata si vedono scorrettamente accusati di maltrattare la figlia, basta vedere in alcuni post i commenti delle persone che invocano pene corporali per i genitori.
Naturalmente, la maggior parte delle persone che condividono questo messaggio lo fa erroneamente ma con la certa convinzione che sta aiutando a prevenire il maltrattamento infantile. Comunque gli individui spregevoli che creano questi messaggi inizialmente, stanno volontariamente e inumanamente rubacchiando foto di bambini malati o feriti e raccontando plateali bugie su di loro. E, in molti casi, il solo motivo che induce questi vili truffatori sembra essere il desiderio morboso di ammucchiare un gran numero di “mi piace” e “condivisioni”. Per favore non fate il gioco di questi sporchi maiali mettendo “mi piace” o condividendo i loro messaggi. Ricordate che condividendo una foto non fate assolutamente niente per prevenire il maltrattamento infantile.
Il messaggio afferma che il maltrattamento dei bambini è inaccettabile, che è perfettamente vero. Ma rubacchiare e fare cattivo uso delle foto di bambini feriti o malati in questi messaggi è in sé per sé abusivo e sfruttatore di bambini. Questo comportamento è “COMPLETAMENTE INACCETTABILE”
Fonti: http://www.hoax-slayer.com/share-against-child-abuse-post.shtml
http://www.tio.ch/News/People/People/662206/Bimba-di-2-anni-picchia-11-compagne-all-asilo/