STATISTICHE

Si tratta di DISINFORMAZIONE,ma visto quanto è stata manipolata, e da chi viene pubblicata per i propri folli scopi, volutamente ho inserito BUFALA nel titolo.
Una pagina assurda aperta al solo scopo di fomentare odio razziale,in quanto non si trova nulla di diverso dalla follia razziale, ha pubblicato la foto sopra,affermando che il ragazzo sia italiano, e aggredito da un gruppo di stranieri (molto generico, tanto per alimentare l’odio razziale a 360°).Questa violenza per aver difeso la propria ragazza.
Gli admin di questa pagina inutile sono assolutamente ignoranti (in particolare nei confronti della lingua che utilizzano per pubblicare le loro fesserie) e nei confronti degli utenti del Web. Basta davvero poco per dimostrare la loro totale malafede.
Il ragazzo in foto NON è italiano ma TEDESCO, si chiama Dominik Lieboner , presente anche su Facebook. Dalle foto che egli stesso ha pubblicato sul suo profilo, si puo’ capire che si tratta proprio di lui. Foto pubblicate in data 14 Marzo 2015.
Gia’ la data fa capire la totale malafede degli admin della pagina INUTILE di turno.
I fatti che lo riguardano sono avvenuti in un locale notturno della cittadina Ludwigshafen che si trova in Germania. Il ragazzo era intervenuto , in maniera pacata, in una discussione tra due ragazzi e una ragazza presenti all’interno del locale. Uno dei due ragazzi ha sferrato un colpo al volto di Dominik con una bottiglia. Gli altri presenti nel locale, hanno subito bloccato l’autore dell’aggressione, avvertendo subito la Polizia.
All’epoca dei fatti , molti quotidiani si sono interessati alla vicenda.
Ne riporto solo alcuni: Focus.de –  Rheinpfalz.de – Morgenweb.de

Tutto questo è di dominio pubblico, purtroppo lo è anche l’idiozia di certi utonti che ritengono di poter fare cio’ che vogliono in rete.
SEGNALATE sempre post e pagine che sfruttano qualunque cosa per i loro scopi.

Subito dopo aver commentato il loro post (con il mio profilo) sono stato minacciato di essere stato querelato. Ovviamente NON mi è stata data nessuna indicazione sui motivi della querela, dato che sono BUFALARI di professione e leoni da tastiera … possono solo tentare di mettere paura.