FAR LA SPESA lasciando i neuroni a casa............. HA IL SUO PREZZO.

Centro commerciale Le Befane, fila alla cassa.

Davanti a me:
PADRE: largo come la rotatoria che porta al centro commerciale
FIGLIO: largo come il plinto in cemento armato al centro della rotatoria che regge il monumento.
MADRE: anoressica caricata a azoto, che se le aggiungessero un serbatoio di ossigeno liquido potrebbe portare carichi pesanti in orbita bassa.

Cassiera , a mio avviso era la controfigura di Flash, passava i prodotti piu’ veloce della luce. La famiglia ROTATORIA tenta inutilmente di tenere il ritmo lanciando alla rinfusa la spesa nei sacchetti.

ECCO che arriva il fattore “variabile”, che per completezza di informazioni va interpretato come: stangona di 2 metri al garrese senza zoccoli………ehm TACCHI, portatrice sana di seno con circa 30 cm quadrati di stoffa indosso, bionda platinata, profumata abbastanza da stordire un cane da tartufo procurandogli una crisi esistenziale che lo porta a nitrire.

Padre rotatoria si accorge della stangona……….AIA…….e si AIA, perchè figlio rotatoria teneva aperta una busta dentro la quale il padre lanciava vari contenitori di ketchup ,quei bei barattoloni in plastica col tappo che non resta chiuso a meno di sacrificare un tubetto intero di attack.

EEEEEEEE PATATRAC, rotatoria senior alza lo sguardo sulla scollatura della biondona alla sua destra, dimenticandosi che sta continuando a lanciare i suddetti contenitori di ketchup in direzione di rotatoria junior. Ora si sa, puoi essere grande anche quanto un aeroporto ma se viene a mancare l’apporto di ossigeno al cervello perchè improvvisamente il sangue asseconda la forza di gravita’ in favore del pisello……….mento alle rotule, filo di bava dall’angolo della bocca, parte il barattolo che colpisce il manico del carrello, salta il tappo , parte spruzzo di ketchup che arriva in faccia a junior prima del barattolo stesso. Risultato, naso tumefatto al centro di una faccia ben condita, a mio avviso mancava un po di maionese per raggiungere l’estasi culinaria. Madre aspirante razzo vettore corre da rotatoria junior pronunciando suoni incomprensibili, inizia a spalmare in modo uniforme il ketchup sul tutto il suo viso, si è vero tentava di pulirlo in realta’ ma il risultato era paragonabile a un trucco scenico di uno dei migliori film di Dario Argento. Improvvisamente si rende conto che i suoi tentativi di far tornare roseo il viso del figlio sono vani e LI, ha il colpo di genio. Abbandona l’idea di ridare sembianze umane a rotatoria Junior e raccoglie il barattolo di ketchup (mancante di tappo) e lo lancia in direzione di quel che resta di suo marito che ormai è preda di fantasie sessuali ai limiti del concepibile anche per la migliore interpretazione di Rocco Siffredi.

Con precisione da cecchino Swat centra l’orecchio di quell’ameba che ha sposato e incredibilmente fa saltare il tappo che impediva al sangue di raggiungere il cervello, riprende il suo ruolo di rotatoria e senza nemmeno pulirsi continua a mettere la sua spesa nel carrello, questa volta POGGIANDO i vari prodotti.
Moglie razzo propulsore e figlio plinto in cemento armato lo mollano li alla cassa, cassiera apparentemente impassibile enuncia il totale mentre io e altre 3 persone in fila ci scassiamo dalle risate, io non mi sono risparmiato un’occhiatina alla fatalona equina.

Rotatoria paga e fa per allontanarsi, arrivato il mio turno in cassa, raccolgo quel che resta del proiettile gastronomico e con la piu’ seria delle espressioni che riesco a sfoderare dico: MI scusi, le è caduto questo – porgendogli il barattolo di ketchup……………. e qui viene a crollare anche la professionalita’ della cassiera che esplode in una risata da far impallidire anche Joker nella sua migliore interpretazione con batman.

Rotatoria prende , incarrella e fumando come una locomotiva a vapore si lancia all’inseguimento di quel che resta della sua famiglia.

La cassiera mi stringe la mano e mi dice: non avrei saputo far di meglio………..

Highlander .