BUFALA - Ragazzo fa bere alcolici al cane.

Questa foto, che sta generando grande rabbia e discussioni furiose, sta circolando rapidamente su Facebook. La foto sembra mostrare un giovane, con molti tatuaggi che forza un cucciolo a bere vodka spingendogli in bocca il collo della bottiglia.
Se la fotografia davvero mostrasse un cucciolo forzato a bere vodka, allora sarebbe sicuramente uno scellerato maltrattamento di animali. Comunque, le circostanze effettive in cui la foto è stata scattata non sono attualmente chiare. Senza più dettagli non è possibile giungere ad una conclusione plausibile su cosa è veramente successo nella foto
L’angolazione della bottiglia fa capire che il collo della bottiglia potrebbe non essere diretto alla gola del cane. Inoltre non appaiono bolle d’aria nella bottiglia come dovrebbero apparire se il liquido fosse riversato nella bocca dell’animale. È possibile che l’uomo stia semplicemente togliendo la bottiglia dalla bocca del cucciolo dopo che l’aveva afferrata per morsicarla. È anche possibile che la scena sia stata costruita per qualche scherzo innocuo ma allo stesso tempo di cattivo gusto.
Inoltre, l’uomo non sembra stringere il collo del cane così forte e se il liquido fosse stato versato nella gola del cane in qualche modo, almeno una parte del liquido sarebbe schizzato sulla faccia e sul corpo del cane e sul pavimento. Per cui la scena può essere stata costruita per diffondere una foto che causa sdegno e costernazione in rete. Non sarebbe certo la prima volta.
Alla diffusione dell’immagine è seguita un’indagine di polizia che conferma ciò che abbiamo detto:
“Apparentemente, il cucciolo stava giocando con la bottiglia chiusa di vodka. L’uomo ha cominciato a giocare con il cucciolo, poi è stata scattata una foto che fa credere che il cucciolo sia forzato a bere alcool.
L’uomo nella foto, Alex Barker, si è reso conto che la foto è stata prelevata dal suo profilo quando ha cominciato a ricevere minacce.
La polizia ha confermato con il padrone del cucciolo che il tappo chiudeva la bottiglia e il cane non ha mai consumato alcool.
L’indagine è stata chiusa.”
La spiegazione di Alex che ha dovuto cancellare la sua email e il suo account di Facebook per le ripetute minacce ricevute dopo che la foto è stata condivisa fino a 200.000 volte
La conclusione è che le intenzioni di quest’uomo non possono essere verificate solamente da questa foto. La foto potrebbe non raffigurare ciò che sembra e l’uomo alla fine non sta maltrattando il cane. Senza ulteriori informazioni, inoltrare la foto ed inveire contro quest’uomo significa effettivamente giudicare colpevole una persona senza prove certe. Questo non è, o almeno non dovrebbe essere, lo scopo di Facebook o ogni altra rete sociale.
Fonti: http://www.hoax-slayer.com/vodka-puppy.shtml
http://www.thatsnonsense.com/view.php?id=1598